Incremento dell’accesso agli atti presso il comune di Bologna

Come riporta il sito di iperbole del comune di Bologna “Il fenomeno, che continua a rivelarsi in crescita, deriva plausibilmente anche dall’applicazione del Protocollo d’intesa sottoscritto tra il notariato e gli ordini e collegi professionali che, a tutela dei cittadini, prevede da settembre 2017 l’integrazione di ogni atto di compravendita con una relazione tecnica, attestante la corrispondenza dello stato di fatto dell’immobile con lo stato delle pratiche edilizie e catastali, che necessita di approfondite verifiche sugli atti depositati. Tale incremento di accessi agli atti, imprevedibile sino a settembre scorso, ha avuto un impatto sui tempi di attesa per le ricerche che hanno dato luogo alla necessità di fissare in 60 giorni il tempo di evasione delle richieste.”

Per la consultazione completa dell’articolo e di come il Comune stia rispondendo di fronte a questo fenomeno si riporta al seguente link:

http://dru.iperbole.bologna.it/show?news=notizie%252Faumento-le-richieste-di-accesso-agli-atti